© 2015 Studio Legale Fiorin, Bologna.  Proudly created with Wix.com

SEGUICI SU:S

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Social Icon

Le tecniche di counseling

Una competenza sempre più utile nel rapporto coi clienti

Il counseling è unattività di aiuto, basata su una serie di tecniche che hanno l’obiettivo di rendere migliore la qualità della vita delle persone, interagendo con esse nel ruolo di esperti che possono aiutarle a affrontare i loro problemi con maggiore consapevolezza.

Fin dai primi del Novecento, il counseling si è affermato nel Nord America e poi in tutto il mondo anglosassone, grazie all’attività di supporto che alcuni psicologi avevano intrapreso in favore di persone con problemi sociali e lavorativi. La nascita del nome viene fatta risalire al 1942, con il saggio Counseling and Psychotherapy di Carl Rogers, che fu tra i fondatori della corrente di pensiero della Psicologia Umanistica. Questo testo ha iniziato a delineare i principi della materia, rivendicando la necessità di una maggiore centralità del cliente nel suo rapporto umano con il professionista. Da allora, i concetti chiave del counseling si sono sviluppati fino a diventare il fondamento di una attività professionale autonoma, o comunque di un insieme di tecniche che servono a favorire l’assunzione di atteggiamenti propositivi da parte degli individui, valorizzando i loro punti di forza e le loro attitudini personali, nonché tirando fuori da ognuno la propria capacità di scelta e di cambiamento.

L’obiettivo principale del counseling è di consentire all’individuo di superare determinati periodi di difficoltà, di solito indotti da processi di passaggio e di evoluzione, o da stati di crisi personale o familiare. Per questo motivo, la conoscenza dei principali criteri dell’attività di counselor è utile per l’esercizio della professione di avvocato, soprattutto negli ambiti del diritto di famiglia e della mediazione, ma non soltanto in essi. Infatti, la pratica forense insegna che gli aspetti emotivi e relazionali delle situazioni che i clienti portano all’attenzione degli avvocati sono sempre di centrale importanza, anche quando sembrerebbero essere in gioco soltanto questioni di soldi e di interessi materiali. Quindi, sapere affrontare tali situazioni con maggiore cognizione di causa, applicando tecniche desunte dalla conoscenza dei principi dell'intelligenza emotiva e del counseling, consente ai professionisti del diritto di raggiungere obiettivi di grande importanza per i clienti stessi.

 

Questo è particolarmente vero nelle situazioni di crisi della coppia e dei rapporti coi figli, dove solo la conoscenza dei processi che hanno portato alla rottura delle relazioni affettive consente agli avvocati di gestire al meglio le situazioni da affrontare. Tanto lavvocato quanto il cliente, se non sono in grado di fronteggiare il carico emotivo delle situazioni che vivono, non riescono a entrare in un rapporto di autentica comprensione reciproca. La competenza emozionale è quindi estremamente importante per gestire le situazioni di conflitto senza farsi trasportare e fuorviare dalle emozioni, o comunque per riuscire a comprendere meglio le complessità emotive che sono in gioco.

A parte questo, viste le implicazioni di stress che comporta l’esercizio della professione forense, anche al di fuori dello specifico ambito dei familiaristi, saper riconoscere e gestire i risvolti e le conseguenze emozionali del proprio lavoro quotidiano è di aiuto per lo stesso professionista. Acquisire delle abilità di counseling per la gestione del rapporto coi clienti, coi collaboratori, con le controparti, coi giudici e in genere con le figure in cui gli avvocati si imbattono nello svolgimento della loro attività, è comunque fonte di grandi giovamenti.

 

Infatti, anche nell’attività professionale quotidiana, i comportamenti legati ai propri schemi cognitivi, alle idee e alle convinzioni che si sono radicate nel corso del tempo, influiscono moltissimo sull’esito delle performance professionali e sul raggiungimento degli obiettivi.

Contattaci
 
Per un appuntamento nei giorni feriali, sabato escluso, lo studio è aperto dalle ore 9 alle 19:
 
​​051.434833
Per comunicazioni urgenti o di sabato:
 
392.1343935
 
Sede in Bologna, 40134
Via Carlo Zucchi n. 36
​​
EMAIL:
segreteria@studiofiorin.net